Itinerario trekking a Mondaino

A 20 Km da Riccione, su una verde collina della Valconca, si eleva Mondaino. Comune della provincia di Rimini, si estende al confine con le Marche. È forse il daino, animale un tempo molto diffuso sul territorio, che dà il nome al borgo. È il Palio del Daino, affascinante rievocazione storica nella seconda metà d’agosto, che lo rende famoso. In epoca romana Mondaino fu sede di un importante tempio di Diana.

Roccaforte dei Malatesta, Federico da Montefeltro lo definì quel “Luogo forte et importante, che a nessun patto può essere conquistato”. Una definizione che restò valida fino al 1462, quando il signore di Urbino riuscì a farlo capitolare e lo donò alla Chiesa. La Rocca Malatestiana, innalzata nel XIV secolo su un nucleo preesistente, affascina con le linee severe, la terrazza panoramica mozzafiato, e i misteriosi camminamenti sotterranei. Oggi ospita i rari fossili del Museo Paleontologico del tripoli mondainese. Adiacente alla rocca è Piazza Maggiore, il capolavoro ottocentesco di Francesco Cosci. Più unica che rara, ha un porticato neoclassico semicircolare e, con via Roma, forma la “padella”, nel parlato degli abitanti e agli occhi di ciascuno.

Da vedere: nel centro storico il Museo delle Maioliche Rinascimentali, la Chiesa di San Michele Arcangelo e il Convento delle Clarisse (visitabile solo in occasione del Palio); sul colle Formosino il Convento dei Francescani; nella frazione di Pieggia la Pieve di S. Apollinare. Imperdibile una passeggiata nel verde dell’Arboreto Sperimentale della Flora Mediterranea: esteso su nove ettari, ospita il Centro di Educazione Ambientale e l’attivissimo Teatro Dimora. Belle ad aprile le Camminate di primavera dell’altrettanto attiva Pro Loco. A Mondaino il pellegrino potrà rifocillarsi in una deliziosa cantinetta a lui dedicata, ideale per chiunque ami la buona cucina tipica locale. Tra maggio e giugno Mondaino si riempie di studenti per il concorso di traduzione del Latinus Ludus e a novembre di buongustai per la Festa di Santa Bibiana e la sfossatura del formaggio di fossa.