Percorsi mtb a San Leo e Perticara

Se siete ciclisti in vacanza sulla costa adriatica romagnola non potete perdere l’occasione per visitare lo splendido borgo medievale di San Leo. Forse meno famosa della sua “dirimpettaia” San Marino, San Leo non è infatti meno affascinante dell’Antica “Repubblica della Libertà”, e merita più di una gita.

Un’escursione a San Leo vi regalerà una piacevolissima giornata intrisa di storia, cultura, mistero e bellissimi paesaggi, con un vastissimo panorama sull’entroterra di Rimini e il Montefeltro. L’ingresso al borgo di San Leo, alquanto suggestivo, regala al suo visitatore emozioni particolari, presentandosi dopo lunghi tornanti “scavati” nella roccia con un accesso angusto che rievoca tutto il suo passato medievale.

Come San Marino sorge in vetta al Monte Titano, San Leo è letteralmente arroccato su uno sperone roccioso sulla cui vetta il suo Forte a strapiombo domina sulla Valmarecchia, a 583 metri sul livello del mare e appena 36 km da Riccione. Con l’intero borgo medievale intatto, oltre che nel paesaggio di cui si gode dalle sue mura, San Leo ha la sua principale attrazione nel Forte. Interamente visitabile, e contornato da attraenti osterie e ristoranti, il Castello ospita infatti un’interessante armeria e le famose carceri della fortezza nelle quali fu rinchiuso per quattro anni, fino alla sua morte nel 1795, l’alchimista siciliano Giuseppe Balsamo, noto come Conte di Cagliostro.

Nell’incantevole paesaggio del Montefeltro e della Valmarecchia si distingue anche il vicinissimo borgo di Perticara, arroccato sul massiccio del Monte Aquilone, dalla cui cima l’orizzonte spazia fino al mare. Qui, storia, cultura, natura e gastronomia, attraggono il visitatore in ogni periodo dell’anno. Anticamente consacrato al Dio Apollo, il Monte Aquilone fu sede di un insediamento preistorico del neolitico scoperto nel 1960 durante opere di rimboschimento. Perticara richiama ogni anno i “golosi” alla Sagra della Polenta.