Itinerari bike a Rimini

Rimini è conosciuta in tutto il mondo come una delle località balneari più divertenti e meglio organizzate. La spiaggia di sabbia chiara e finissima e i fondali bassi hanno fatto il suo successo turistico fin dal XIX secolo. L’accoglienza e la simpatia della sua popolazione colpiscono e fanno la differenza. Città sempre in movimento e al passo con le nuove tendenze, il potenziamento delle strutture ricettive intrapreso negli ultimi anni è premiato dal tutto esaurito. Non solo spiaggia e shopping nei negozi del lungomare, Rimini è molto altro ancora.

Città di antica fondazione villanoviana, sotto i Celti divenne uno dei maggiori porti dell’Adriatico. Ma è con i Romani che la colonia di Ariminum conosce il suo splendore: il Ponte di Tiberio, l’Arco di Augusto, l’Anfiteatro e la recente scoperta della Domus del Chirurgo ci parlano ancora di quei fasti. Con il declino dell’Impero Romano la città si spopola ma vive in relativa tranquillità sotto la tutela dell’Impero bizantino. Comune ghibellino prima e guelfo poi, conosce un nuovo splendore con la nobile famiglia dei Malatesta. Durante il XV secolo Sigismondo Pandolfo Malatesta pensa per sé Castel Sismondo e commissiona a Leon Battista Alberti il Tempio Malatestiano. Il Tempietto del Bramante in piazza Tre Martiri ricorda il miracolo della mula di San Antonio da Padova.

Riminese celebre, Federico Fellini con il suo tocco poetico ci porta in una invernale e sonnolenta Rimini con I vitelloni e nella sua infanzia a “il borgo”, che più rimenese non si può con la Gradisca, il Grand Hotel, il cinema Fulgor, Piazza Cavour, con Amarcord.

a Rimini è riservato grande spazio alla cultura, con i musei e i monumenti a cielo aperto; al divertimento, nei parchi tematici per i più piccoli, nelle discoteche per i ragazzi e nelle balere per gli amanti del liscio e alla cucina, con l’ottima piadina, i salumi e il Sangiovese prodotto sulle colline vicine.