Itinerari cicloturistici a San Marino

Abbarbicata sul Monte Titano, la città di San Marino è capitale della Serenissima Repubblica omonima. Confinante con l’Emilia-Romagna e le Marche, il piccolo stato si estende su una superficie di circa 60 km quadrati e conta circa 30.000 abitanti. Repubblica parlamentare dei primati: è la più antica al mondo, la meno popolosa fra gli stati d’Europa, e i suoi due Capi di Stato restano in carica per soli sei mesi. Non è invece lo stato più piccolo, superato in Europa da Monaco e dalla Città del Vaticano.

Nella leggenda delle sue origini c’è tutto lo spirito d’indipendenza di questa “antica terra della libertà”. “Vi lascio liberi dall’uno e dall’altro uomo” avrebbe detto il fondatore Marino ai suoi seguaci, liberi dall’Imperatore e dal Papa. La data ufficiale di fondazione è il 3 settembre del 301, quando il tagliatore di pietre dalmata Marino fonda sul monte Titano la sua piccola comunità di cristiani. Una leggenda vuole il territorio essere loro donato da una ricca donna riminese in seguito al salvataggio di suo figlio per un miracolo di Marino. L’indipendenza della comunità è asserita nel Placito Feretrano, copia di un trattato dell’885 che affrancava il borgo dal vincolo feudale della Chiesa di Rimini e del Montefeltro.  La sovranità dello stato, più volte messa in pericolo, fu sancita in modo definitivo dopo l’Unità d’Italia con un trattato d’amicizia, a riconoscimento dell’appoggio dato a Garibaldi.

Non fa parte dell’Unione Europea, ma la moneta in vigore è l’Euro. La città di San Marino è il nucleo più antico e sede delle istituzioni governative. Svettante sul picco calcareo-arenaceo del Titano, affascina già da lontano con le sue “tre penne” – Rocca Guaita, Rocca Cesta, Il Montale – le torri medioevali simbolo della città. Tre cinte di mura attorniano il borgo e racchiudono la Basilica del Santo fondatore, l’Antico Monastero di Santa Chiara, la Porta e la Chiesa di San Francesco e Piazza della Libertà con il Palazzo Pubblico e la magnifica terrazza panoramica.