Escursioni in bicicletta a Fiorenzuola di Focara

Ancora poco conosciuta ma vero “gioiello” naturalistico e storico-culturale, il piccolo borgo di Fiorenzuola di Focara rappresenta una tra le località più suggestive e affascinanti di tutto il territorio marchigiano, a pochissimi chilometri da Pesaro che ne è capoluogo e Riccione. Al centro del Parco naturale regionale del Monte San Bartolo, sorge su uno sperone di roccia a strapiombo sul Mare Adriatico.

Antico insediamento romano, cruciale per la sua posizione strategica sul confine naturale tra Marche e Romagna “a guardia” del Valico della Siligata, è arroccato sull’unico promontorio naturale presente sulla costa adriatica tra Trieste e Ancona. Insieme a Casteldimezzo, Gradara e Granarola, Fiorenzuola costituì con il suo antico castrum un importante sistema difensivo sia per lo Stato della Chiesa che per le famiglie dei Malatesta di Rimini e Pesaro. Chiamato originariamente Fiorenzuola, questo splendido borgo assunse nel 1889 la successiva specificazione di Focara. Tale denominazione pare dovesse l’origine ai fuochi anticamente accesi sulla vetta del monte per segnalare la posizione ai naviganti, oppure alla presenza di “fornacelle” per la cottura di laterizi e terracotte.

Dell’antica storia di Fiorenzuola di Focara, restano oggi principalmente i resti delle vecchie mura pentagonali e dei vicoli medievali, e il suggestivo campanile con orologio dell’antica Chiesa di Sant’Andrea originaria del XII secolo. A chi non può rinunciare nemmeno per un giorno alla vita di mare, questo bellissimo borgo offre anche una stupenda spiaggetta naturale con sabbia e ciottoli, sulla quale potrete abbronzarvi lontano da sguardi indiscreti e in tutta tranquillità. Citata anche da Dante nei canti dell’Inferno della Divina Commedia, Fiorenzuola di Focara vi attende per un’esperienza unica, tra echi di storia medievale, natura e paesaggi incantevoli. Un’ottima opportunità per trascorrere una giornata dal sapore indimenticabile.